Sala IV

Sala IV

La musica nei riti e nelle feste popolari – La Banda Musicale “Città di Gallese”

La musica composta e tramandata – Teofilo Gargari e Marco Scacchi di Gallese

La musica cantata – Armida Parsi Pettinella

Lasciando le sonorità delle tradizioni religiose entriamo nella sala dedicata alla musica composta, tramandata ed eseguita. Un posto d’onore è qui riservato ai compositori gallesini del 1600: Marco Scacchi, uno dei primi violinisti del periodo barocco, maestro di cappella presso i Granduchi polacchi compose per loro varie opere, alcune stampate in notazione moderna ed esposte nella vetrina, ed ancora Teofilo Gargari, di cui possiamo ammirare il suo ritratto del XVI secolo, benefattore della città, compositore per la corte Pontificia a Roma, autore anche dell’opera esposta in vetrina. I tradizionali appuntamenti musicali sono affidati all’instancabile opera della Banda Musicale di Gallese, una delle più antiche del Lazio, che da sempre rinnova l’esecuzione de La Sveglia dell’Immacolata, all’alba dell’8 dicembre, e della Pasquarella del 5 gennaio. Gli strumenti musicali che qui sono esposti furono acquistati dallo stesso Comune nei primi anni di vita della Banda, a testimonianza dell’alto servizio civile che essa svolgeva. Non va dimenticata Armida Parsi Pettinella, mezzosoprano nata a Gallese alla fine dell’800, gentilissima voce che commosse le sale di prestigiosi teatri anche all’estero, registrando numerosi dischi tra cui quello esposto in originale nella vetrina.